RaffadaliNotizie

"Ciak si gira" e Raffadali ridiventa Porto Empedocle del 1986

Le scene girate fanno parte della Docu-fiction “Trent’anni di mafia nell’agrigentino”, un progetto a cura dell'associazione “Campo di Note” che si prefigge di raccontare la storia della mafia agrigentina degli ultimi trent'anni.

Scena strage

Per una sera, via Nazionale, arteria principale del paese, si è trasformata in un set cinematografico all'aperto.

Le scene girate fanno parte della Docu-fiction “Trent’anni di mafia nell’agrigentino”, un progetto a cura dell'associazione “Campo di Note” che si prefigge di raccontare la storia della mafia agrigentina degli ultimi trent'anni.

In particolare, in un bar di via Nazionale, si sono girate le scene della famosa strage di Porto Empedocle, del 21 settembre del 1986.

Alcuni attori, tra i quali Roberto Infranco, e molte comparse, quasi tutte reclutate in loco, hanno dato vita a scene che hanno fatto rivivere quei tragici momenti.

La regia della docu-fiction è curata da Sabino Taormina e Mario Musotto, mentre la realizzazione delle musiche è stata affidata a  Lello Analfino.

La troupe si sposterà ora in altre location della nostra provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

  • Il riscatto e la rinascita, Andrea Mendola: "Non vedevo futuro adesso tutto è cambiato"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento