RaffadaliNotizie

"Pizzo sulla busta paga dei dipendenti", imprenditore rinviato a giudizio

Pietro Galvano, 69 anni, di Raffadali avrebbe obbligato gli impiegati della coop che dirigeva al "cavallo di ritorno" sugli stipendi

foto ARCHIVIO

“Cavallo di ritorno sulla busta paga”: Pietro Galvano, 69 anni, di Raffadali, presidente della cooperativa “Il Girasole” che si occupa di assistenza sociale, è stato rinviato a giudizio. La decisione di disporre l'approfondimento dibattimentale è del giudice dell'udienza preliminare Alfonso Malato. 

"Pizzo sulla busta paga", infermiera si costituisce parte civile

Galvano è accusato di estorsione e falsità commessa da incaricato di pubblico servizio. L’indagine della procura di Agrigento e della Squadra mobile, che ha portato alla decisione del giudice di mandarlo a processo, scaturisce dalla denuncia presentata nell’agosto del 2016 da una ex dipendente della cooperativa sociale. Un’infermiera, indicata come vittima del presunto tentativo di estorsione, alla prima udienza si è costituita parte civile con l’assistenza dell’avvocato Floriana Salamone.

Lo stesso, nelle udienze successive, hanno fatto altri dipendenti, assistiti dagli avvocati Giuseppina Ganci, Nicola Grillo e Angela Riggio. Il difensore dell’imputato, l’avvocato Andrea Arrabito, aveva chiesto, ai fini della strategia difensiva, di ascoltare un’intercettazione disposta nell’ambito dell’indagine.

Lo stesso difensore aveva chiesto al giudice di emettere una sentenza di non doversi procedere. Il giudice, invece, ha disposto il rinvio a giudizio ritenendo che ci siano i presupposti per approfondire la questione in dibattimento.

Il meccanismo ipotizzato dalla Procura è quello consueto. Galvano, secondo il pm Carlo Cinque, trasferito nelle scorse settimane, avrebbe costretto i dipendenti a restituire parte degli stipendi per un totale di oltre 100 mila euro. 

Il processo inizierà il 5 giugno davanti al giudice monocratico Luisa Turco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento