RaffadaliNotizie

Acqua inquinata, sospesa l’erogazione a Raffadali

L'eccessiva presenza di colibatteri ha obbligato la sospensione dell'erogazione, vietato l'uso come acqua potabile, di quella contenuta attualmente nei recipienti dei privati

Vasche idriche

Mediante un manifesto pubblico il sindaco di Raffadali Di Benedetto ha avvisato tutti i cittadini residenti nel territorio di Raffadali che l’erogazione dell’acqua potabile è momentaneamente sospesa.

Nei campioni analizzati, sia in entrata, sia in uscita dai serbatoi di contrada Serra, che servono ad alimentare l’acquedotto cittadino, è stata infatti riscontrata l'eccessiva presenza di batteri coliformi, superiori alla media tollerabile.

Pertanto l’erogazione è stata sospesa fino all'effettuazione di nuove analisi, qualora queste abbiano un responso favorevole e cioè che la presenza di colibatteri sia rientrata nella norma.

Nel frattempo è fatto divieto di usare come acqua potabile, quella contenuta nei recipienti idrici privati.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

  • Alberi e detriti per strada, il sindaco: "Non uscite da casa se non necessario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento