RaffadaliNotizie

35mila euro al comune di Raffadali dalla Protezione Civile per l’alluvione di novembre

Cuffaro: "Si tratta di interventi che avevamo immediatamente predisposto già all’indomani dell’alluvione, per consentire ai cittadini di raggiungere le proprie abitazioni

Cuffaro

Dopo gli straordinari eventi meteorici dello scorso novembre che causarono diversi danni al territorio comunale, il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro, aveva chiesto di inserire anche il comune di Raffadali nell’eventuale piano di interventi.

Proprio oggi è arrivata la notifica dell'ordinanza da parte del Capo Dipartimento della Protezione Civile – Presidenza del Consiglio dei Ministri, con la quale si conferma che il comune di Raffadali è stato inserito nel piano degli interventi per un importo di 35mila euro.

Il comune, adesso, tramite l’ufficio tecnico dovrà produrre una serie di documenti per rendicontare l’avvenuta esecuzione dei lavori.

“Si tratta di interventi – ha spiegato il sindaco Silvio Cuffaro – che avevamo immediatamente predisposto già all’indomani dell’alluvione, per consentire ai cittadini di raggiungere le proprie abitazioni. Il riconoscimento dei danni procurati dalla calamità ci permetterà così di rientrare con le spese sostenute”.

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento