RaffadaliNotizie

Amministrative 2015 a Raffadali, Farruggia: occorre fare chiarezza e non vendere fumo

A proposito del ricorso presentato da Giglione contro l'elezione a sindaco di Cuffaro, sono state diffuse, a giudizio dell'avvocato Farruggia, notizie poco attendibili che meritano le dovute puntualizzazioni

Santino Farruggia

L’avvocato Santino Farruggia, consigliere comunale capogruppo del Patto per il Territorio, con una nota stampa, interviene su alcune false notizie apparse sui social e su qualche sito online a proposito del ricorso elettorale presentato da Pietro Giglione all’indomani della sua sconfitta nelle elezioni amministrative del 2015 contro l’attuale sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro.

E’ un fatto grave che il partito democratico di Raffadali, con in testa l’allora candidato sindaco Piero Giglione, continui a fare circolare tra la gente comune, sui giornali e in alcuni  quotidiani on-line la notizia assolutamente falsa, priva di qualsivoglia ragionevolezza ed ancor più, cosa più grave,  assolutamente sprovvista di fondamento giuridico di un eventuale colpo di scena secondo il quale Piero Giglione potrebbe prendere il posto di Silvio Cuffaro alla fine del prossimo mese di Maggio.

Infatti, a seguito della verificazione disposta, in contraddittorio delle parti, dal TAR di Palermo con il fine di accertare l’esistenza delle schede contestate dal candidato Giglione supportate da dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà di rappresentanti di lista della coalizione del Giglione, dichiarazioni tra l’altro che in taluni casi non sono risultati corrispondenti alla verità accertata nella stessa verificazione, è emerso che il ricorso proposto da Piero Giglione è  meramente “esplorativo” poichè azionato al buio col solo fine di sollecitare l’effettuazione di accertamenti confidando così nella possibilità di un’emersione ex post di irregolarità.

Altresì è palese l’impossibilità di accertare se eventuali schede rinvenute siano state assegnate ai candidati sindaco, a tal uopo occorrerebbe ripetere integralmente le operazioni elettorali nelle sezioni elettorali interessate.

Infine è emerso che se si volessero annullare le 43 schede considerate irregolari dagli avvocati del Giglione perché è ravvisabile secondo loro un voto rafforzato per il sindaco Silvio Cuffaro, queste sarebbero comunque numericamente inferiori rispetto alle 55 schede recanti un voto rafforzato per il candidato sindaco Giglione e cioè schede votate nelle medesime modalità contestate dal Giglione e che permetterebbero addirittura a Silvio Cuffaro di aumentare il proprio distacco numerico dal proprio avversario”.

Continua l’avvocato Santino Farruggia: “Pertanto non si comprende il perché delle “dicerie” diffuse e tanto più come mai alcuni quotidiani on-line si prestino alla diffusione delle stesse”.

Conclude Farruggia: “Voglio rassicurare i cittadini di Raffadali che il sindaco Silvio Cuffaro governerà la nostra città per l’intera durata (cinque anni) del proprio mandato e lo farà con il sostegno coeso della sua maggioranza, con la passione di sempre ma soprattutto con tutto l’amore che ha sempre dimostrato di avere per Raffadali e i raffadalesi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento