RaffadaliNotizie

Approvato il bilancio in consiglio comunale, la soddisfazione espressa da Cuffaro

Cuffaro ha voluto pubblicamente ringraziare tutti i dirigenti e il personale del comune, che a vario titolo hanno collaborato alla realizzazione del bilancio, il consiglio comunale nella sua interezza e il collegio dei revisori per la tempestiva e fattiva collaborazione

Silvio Cuffaro

Il civico consesso del comune di Raffadali, presieduto da Tonino Scifo, nel corso dell’ultima seduta ha provveduto ad approvare il bilancio consuntivo e tutte le deliberazioni annesse, con voto unanime dei presenti in aula, compresi gli esponenti dell’opposizione.

Un obiettivo importante raggiunto dall’amministrazione guidata dal sindaco Silvio Cuffaro visto che Raffadali è tra i primi comuni in Sicilia ad approvare il bilancio di previsione pluriennale 2019-2021, garantendo i principi contabili del pareggio finanziario, ossia il totale delle entrate che deve essere uguale al totale delle uscite.

Lo stesso sindaco, nel ringraziare tutti i dirigenti e il personale del comune, che a vario titolo hanno collaborato alla realizzazione, il consiglio comunale nella sua interezza e il collegio dei revisori per la tempestiva e fattiva collaborazione, ha espresso  la sua soddisfazione a nome di tutta la maggioranza: “È ufficialmente riconosciuto – sostiene Cuffaro - che tantissimi comuni sono in crisi finanziaria, molti hanno deliberato il dissesto e tantissimi hanno avviato le procedure di riequilibrio.

Azioni che producono una serie di effetti a cascata che ne irrigidiscono l’operatività, soprattutto in ambito economico-finanziario e sociale.  In altre parole un fermo nell’erogazione dei servizi al cittadino con relativo aumento delle tasse. 

La mancanza di liquidità – aggiunge il sindaco di Raffadali - strettamente collegata alla bassissima capacità di riscossione delle proprie entrate, con particolare riferimento a quelle del recupero dell’evasione tributaria, è un problema che riguarda molti comuni piccoli e grandi, a volte anche perché manca la volontà politica di riscuotere il dovuto perché questo sicuramente ha effetto di antipolitica. 

Questa amministrazione comunale – asserisce Cuffaro - ha operato, nel corso di questi quattro anni, mettendo in atto diverse azioni contro l’evasione e l’elusione fiscale, applicando una politica che ha garantito il gettito in entrata, consolidandolo e aumentandolo progressivamente nel tempo, per sopperire a tutti i tagli operati dallo Stato e dalla Regione. Ciò ha permesso oggi, non solo di non dichiarare il dissesto finanziario, ma di essere tra i primi comuni ad approvare il bilancio e a prevedere somme per mantenere e migliorare i servizi al cittadino.

Si è riusciti – afferma con compiacimento il sindaco - a mantenere i conti in ordine, nonostante sia un periodo molto complesso e difficile per tutte le amministrazioni locali. 
È rimasta invariata la diminuzione della tassa sullo smaltimento dei rifiuti, non sono stati operati tagli significativi, anzi, sono state aumentate le attenzioni per tutto ciò che riguarda l’erogazione dei servizi ai cittadini, il sociale e l’aiuto ai più bisognosi.

Le spese in uscita sono state contenute attraverso una attenta e scrupolosa politica economica andando a realizzare, laddove possibile, lavori in economia con l’utilizzo degli operai in dotazione al comune.

In materia di trasporto scolastico degli alunni pendolari – ci tiene a sottolineare Cuffaro - il Comune di Raffadali è uno dei pochissimi comuni nella provincia di Agrigento che ha previsto in bilancio il rimborso per intero, agli aventi diritto, del costo dell’abbonamento scolastico, stante che tale servizio viene reso dai comuni ma dovrebbe essere finanziato dalla Regione Siciliana. 

Inoltre, unitamente all’approvazione del bilancio pluriennale – ha concluso il sindaco - la Giunta comunale ha deliberato il piano triennale del fabbisogno del personale per il periodo 2019-2021, atto propedeutico alla stabilizzazione del personale precario del comune addivenendo pertanto alla soluzione di una annosa vicenda che si protrae dagli anni novanta”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • Forti piogge, riecco il maltempo: è allerta meteo gialla

  • Mamma di due bambini prova a lanciarsi dal viadotto, salvata in extremis dalla polizia

  • Crolla cornicione di un palazzo: terrore in piazza Cavour, evacuate famiglie e sequestrata l'area

  • Alfa Romeo si schianta contro la rotonda degli Scrittori: un 30enne è in gravi condizioni

  • L'incidente alla rotonda degli Scrittori: ferito portato a Palermo e conducente scomparso

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento