RaffadaliNotizie

Domenica la presentazione del libro “Le quindici” di Christian Bartolomeo

All’incontro, oltre all’autore, saranno presenti il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro, il presidente del consiglio direttivo della biblioteca Luigi Costanza, assieme ai componenti dello stesso consiglio, Alfonso Gueli ed Enzo Alessi, nonché l’editore Ottavio Navarra

Locandina

Per la rassegna “Incontri con l’autore”, domenica 13 gennaio alle 17,30, nella sala Auditorium della biblioteca comunale, ci sarà la presentazione del libro “Le quindici”, opera prima dello scrittore originario di Raffadali, Christian Bartolomeo.

Un romanzo d'esordio sorprendente, vincitore della Giara d'argento al prestigioso premio letterario "La Giara" promosso dalla Rai.

All’incontro, oltre all’autore, saranno presenti il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro, il presidente del consiglio direttivo della biblioteca Luigi Costanza, assieme ai componenti dello stesso consiglio, Alfonso Gueli ed Enzo Alessi, nonché l’editore Ottavio Navarra.

"Le Quindici" è una rocambolesca commedia degli equivoci, ambientata tra Sicilia e Calabria nei primi anni '60, Le Quindici, che altro non sono che le Orazioni di Santa Brigida, racconta di un bonario parroco di un paese dell'Agrigentino, don Salvo, a cui tutti chiedono miracoli perché ritenuto in odore di santità.

Perfino il vescovo di Agrigento, monsignor Gerlando Mangione, e il mafioso locale, don Pepe Lattuca, si prodigano con ogni mezzo, facendo pressioni al povero prelato, pur di vedere realizzato il proprio personale miracolo: il primo, menomato dalla nascita al braccio sinistro, vuol essere guarito e mira a un posto da cardinale; il secondo desidera far sposare la sorella attempata, e magari togliere anche di mezzo un concorrente che gli sta rubando terre e affari.

Don Salvo vorrebbe invece salvare soltanto il compaesano Antonio Tuttolomondo, al quale un sogno premonitore ha annunciato morte certa entro quindici giorni. Una rete di personaggi e situazioni insolite, di grazie inspiegabili o contraffatte, credenti tiepidi e miscredenti fervorosi, attraverso dialoghi in cui si alternano un radicato dialetto e un latino storpiato.

Il gioco tra miracoli annunciati e coincidenze incalzanti alimenta l'ambiguità tra caso e intervento divino e disegna il contorno dei veri protagonisti del romanzo: la capacità dell'uomo di cambiare e l'amore testardo di Dio, sempre pronto, per tutti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Reddito di cittadinanza, Caf presi d'assalto: tutti a "caccia" di Isee e di "dritte"

  • Cronaca

    Strage in mare fra l'Italia e la Libia, Vella ha interrogato i 3 naufraghi

  • Cronaca

    Convocata assemblea dei netturbini, raccolta a rischio

  • Cronaca

    Siparietto a Sport Mediaset, Schembri vs Sabatini: "Akragas? Sono dei giganti"

I più letti della settimana

  • Le case a 1 euro a Sambuca di Sicilia, il sindaco: "Quante richieste, sogno un borgo felice"

  • "Case in vendita a 1 euro" boom di richieste per Sambuca di Sicilia

  • "Notti da Far West", sgominata la gang: 4 arresti e 3 divieti di dimora

  • Gli occhi curiosi e la voglia di conoscere, l'agrigentina Giusy Paci: "Vi presento la mia Parigi"

  • Cammarata è sotto choc, il sindaco: "La statale 189 è la strada della morte, l'Anas riveda e renda sicuro questo tracciato"

  • "Segnalavano sul gruppo Whatsapp la presenza delle pattuglie", denunciate 62 persone

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento