RaffadaliNotizie

L’artista Filippo Galletto dona il busto di Giuseppe Serroy al comune di Raffadali 

Se non altro questa pregevole iniziativa della realizzazione di un mezzo busto a tuttotondo servirà a rinverdire la memoria di quanti già lo conoscevano e a stuzzicare la curiosità dei più giovani

Cuffaro Galletto Sicurello e il busto di Serroy

Se ne era già parlato lo scorso anno e oggi la realizzazione del mezzo busto a tuttotondo, raffigurante il dottor Giuseppe Serroy è cosa fatta ed è stato proprio lo scultore Filippo Galletto a farne dono al comune di Raffadali.

L’iniziativa era partita dalla Capit del presidente Giuseppe Sicurello, che ha contribuito all’acquisto della materia prima per l’esecuzione dell’opera e che ha coinvolto l'artista raffadalese.

Fra pochi giorni, esattamente il 23 ottobre, ricorre il 220° anniversario della nascita di Giuseppe Serroy, senza dubbio tra i migliori figli a cui Raffadali abbia dato i natali nella storia e non c'è migliore maniera per festeggiare la ricorrenza.

Serroy nacque appunto a Raffadali nel 1798 e morì ad Agrigento nel 1881, era originario di una stirpe di olandesi che emigrarono a Raffadali. È stato un politico, medico, filantropo e poeta, compì i suoi studi secondari nel Seminario Arcivescovile di Agrigento in qualità di studente laico.

Successivamente frequentò l'Università degli Studi di Palermo, laureandosi in Medicina. Nel 1827, quando scoppiò un'epidemia di tifo in tutta la provincia, Serroy affrontò la malattia curando migliaia di famiglie e riuscendo a debellarla.

Per i suoi meriti divenne medico del comune di Agrigento, del suo carcere e dell'ospedale civico. Nel 1830 venne incaricato di fare degli studi su come fondere lo zolfo e sui suoi effetti sulla salute. Fu anche in questo periodo che egli scrisse molte poesie su Raffadali. Nel 1848 venne eletto deputato del Parlamento siciliano.

Di lui, fino a oggi, a Raffadali rimane la tomba dove è seppellito nel cimitero comunale, la denominazione di una via dove si affaccia la vecchia casa dove nacque e la dedica del circolo più antico di Raffadali.

La scultura del professor Filippo Galletto sarà molto probabilmente collocata all’interno di una teca proprio in discesa Serroy, accanto al Municipio, e non più sulla lapide all’interno del cimitero comunale di Raffadali dove è sepolto l’ex parlamentare raffadalese, come era stato in un primo momento proposto.

Se non altro questa pregevole iniziativa della realizzazione di un mezzo busto a tuttotondo servirà a rinverdire la memoria di quanti già lo conoscevano e a stuzzicare la curiosità dei più giovani, che forse mai hanno sentito parlare di questa figura dalla forte personalità, tra le più illustri nate a Raffadali.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • La tempesta tiene in ostaggio la provincia, è allerta "arancione": ecco dove resteranno chiuse le scuole

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento