RaffadaliNotizie

Un ricordo per Piero Delfino domani prima del derby tra Raffadali ed Empedoclina

Prima del match i due capitani deporranno un mazzo di fiori sul posto che Piero era solito occupare durante le partite casalinghe del Raffadali

Piero Delfino

A quasi un anno dalla scomparsa di Pietro Delfino (erano i primi giorni di maggio del 2018), Raffadali ed Empedoclina, che domani pomeriggio si affronteranno nel derby valevole per la 22^ giornata del campionato di prima categoria, hanno deciso di onorarne la memoria.

Quale migliore occasione se non quella del derby fra le due società a cui Pietro era strettamente legato e di cui era stato giocatore e soprattutto dirigente di grandi e riconosciute qualità.

Prima del match i due capitani deporranno un mazzo di fiori sul posto che Piero era solito occupare durante le partite casalinghe del Raffadali. Una figura, quella di Piero Delfino, che manca tantissimo, dal punto di vista sportivo e organizzativo, ma principalmente affettivo.

Facile prevedere il lungo e sentito applauso che partirà dalla tribuna dello stadio e ognuno, in quel momento, andrà con la memoria a un ricordo a un episodio, certamente positivo, in cui avrà interagito con Piero e la commozione sarà sicuramente tanta.   

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento