RaffadaliNotizie

Il consiglio comunale approva le nuove tariffe TaRi e il regolamento cimiteriale

Il civico consesso ha inoltre deliberato sull’adesione del comune, per altri tre anni, all’unione dei comuni Feudo D’Alì, con l’impegno però di stimolare tale istituzione ad operare più efficacemente

Tassa rifiuti

Proficua seduta del consiglio comunale di Raffadali che ieri ha deliberato su diverse tematiche, quali per esempio l’approvazione del nuovo piano tariffario della tassa sui rifiuti (TaRi).

“Ho constatato con enorme piacere – ci ha detto il sindaco Silvio Cuffaro – del confronto aperto che si è instaurato con l’opposizione durante la seduta. In particolare devo dare atto ai consiglieri Lombardo e La Longa del ritrovato spirito costruttivo che ha contraddistinto i loro interventi, così come dovrebbe riguardare tutti noi impegnati in politica per il bene dei cittadini, sia come amministratori, sia come controllori della buona amministrazione, cioè da opposizione.

Nel discutere di tariffe è stato evidenziato come il comune di Agrigento, all’interno del cui territorio (contrade: Modaccamo, Pietra Rossa, ecc.) risiedono molti cittadini raffadalesi, applica tariffe di gran lunga superiori (circa il doppio) a quelle del comune di Raffadali, senza fornire alcun tipo di servizio.

I cittadini in questione sono quindi obbligati a conferire i loro rifiuti presso amici o parenti, gravando quindi sui costi sostenuti dal comune di Raffadali. Quindi i cittadini di Raffadali pagano un servizio che non ricevono, mentre il comune di Agrigento incassa le esose tasse senza alcun tipo di costi.

Dalla presa d’atto di questa situazione – ha aggiunto Cuffaro – assieme all’opposizione abbiamo deciso di aprire un contenzioso con il comune di Agrigento per addivenire a un accordo, tramite un protocollo d’intesa che regolarizzi l’anomalia attualmente esistente”.

Nel corso della seduta del consiglio è stato approvato il nuovo regolamento cimiteriale che tra le novità principali vede la fornitura di nuovi servizi da parte del comune che oltre a vendere i loculi provvederà anche a eseguire quegli interventi accessori, fino ad ora svolti da agenzie private.

Ciò andrà a vantaggio dei cittadini che godranno di un risparmio e avranno inoltre la certezza del costo dell’intero servizio. Si è deciso inoltre di differenziare i costi dei loculi, in base alla loro altezza, visto che le file più in alto non erano gradite da tutti. Da ora in avanti con le tariffe differenziate ogni fila avrà un costo diverso rispetto agli altri, se non altro quindi il minor gradimento sarà ricompensato dal minor costo.

Il civico consesso ha inoltre deliberato sull’adesione del comune, per altri tre anni, all’unione dei comuni Feudo D’Alì, con l’impegno però di stimolare tale istituzione ad operare più efficacemente per produrre quei benefici auspicati per i cittadini, motivo per il quale era nata l’idea della costituzione delle unioni tra comuni. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • Forti piogge, riecco il maltempo: è allerta meteo gialla

  • Mamma di due bambini prova a lanciarsi dal viadotto, salvata in extremis dalla polizia

  • Crolla cornicione di un palazzo: terrore in piazza Cavour, evacuate famiglie e sequestrata l'area

  • Alfa Romeo si schianta contro la rotonda degli Scrittori: un 30enne è in gravi condizioni

  • L'incidente alla rotonda degli Scrittori: ferito portato a Palermo e conducente scomparso

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento