RaffadaliNotizie

Grande successo di partecipazione e pubblico per l’Enduro a Raffadali 

Il sindaco Silvio Cuffaro si è detto entusiasta della manifestazione oltre che per il livello tecnico dei partecipanti, anche per il movimento di gente che per due giorni ha interessato Raffadali

Podio

Un risultato ben al di là delle più rosee previsioni per la prima prova regionale di Enduro sprint che si è disputata a Raffadali sabato 9 e domenica 10 marzo e che ha visto la partecipazione di circa 200 motociclisti provenienti da ogni parte della Sicilia.

Una manifestazione che ha portato a Raffadali circa un migliaio di visitatori che in due giorni hanno preso d’assalto le strutture ricettive del circondario e occupato tutti gli spazi messi a disposizione dei camperisti.

Un successo per gli organizzatori del Moto Club del Platani “Black Wolf” con in testa il presidente Emanuele Campo e il suo vice Giovanni Diana, assieme a tutto il direttivo del Moto Club. Merito anche a Butticè Moto che ha fornito assistenza, anche da un punto di vista logistico e soprattutto al dottor Giuseppe Marino che ha messo a disposizione gratuitamente il campo di gara, dimostrando una grande sensibilità nei confronti di tutti i partecipanti.

Presenti a Raffadali anche i vertici della federazione siciliana con in testa il presidente Salvatore Di Pace, accompagnato da alcuni consiglieri. Sono stati due giorni di gara intensi e impegnativi che hanno messo a dura prova chi sul terreno ha dovuto disciplinare i concorrenti e far sì che tutto filasse liscio.

Merito anche alle forze dell’ordine (Carabinieri e Polizia Locale) che con la loro costante presenza hanno vigilato sulla buona riuscita della manifestazione. Anche il sindaco Silvio Cuffaro ha voluto provare il percorso di gara di circa sette chilometri, ricevendo gli applausi di tutti i piloti. A lui, all’assessore allo sport Totò Galvano e alla giunta comunale sono arrivati i ringraziamenti degli organizzatori per il sostegno ricevuto in questi due giorni.

Molto articolata al termine la premiazione, visto che le gare prevedevano la suddivisione dei piloti in ben 17 categorie. Vincitore assoluto è risultato Eros Doria, mentre al secondo posto si è piazzato il raffadalese (profeta in patria) Jonathan Criscenti, sul gradino più basso del podio Attilio Sidoti.

Unica nota stonata la caduta rovinosa di un centauro, prontamente soccorso dai sanitari e immediatamente trasportato in ospedale da una delle due ambulanze in servizio sul campo di gara. Per lui soltanto qualche contusione e nulla di grave come invece si era temuto in un primo momento.

Il sindaco Silvio Cuffaro si è detto entusiasta della manifestazione oltre che per il livello tecnico dei partecipanti, anche per il movimento di gente che per due giorni ha interessato Raffadali.

“Un’esperienza da ripetere – ha dichiarato Cuffaro – per la quale abbiamo già ricevuto l’assenso del proprietario del terreno, il dottore Marino, che ringrazio pubblicamente e anche degli organizzatori che alla loro prima vera esperienza in una gara importante hanno ricevuto i complimenti dagli addetti ai lavori.

Ci sono dunque tutte le premesse per incrementare ulteriormente una manifestazione che potremmo inserire nel nostro calendario di eventi”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Frana il costone di Vincenzella, a rischio crollo anche una casa: si valutano nuovi sgomberi

  • Cronaca

    "Dopo avere investito un'intera famiglia andò a fare shopping per ore", racconto choc di un carabiniere

  • Cronaca

    "Bilanci gonfiati per evitare sanzioni", slitta incidente probatorio: Comune parte civile contro Firetto

  • Cronaca

    Caso Gessica Lattuca, una testimone parla a Rai 1: "Era ai Sette cortili"

I più letti della settimana

  • Ancora sangue sulle strade: 53enne perde la vita in un incidente sulla statale 118

  • L'incidente mortale di Joppolo, il sindaco di Raffadali: "Sarà lutto cittadino"

  • "Loggia segreta capace di condizionare la politica", due agrigentini coinvolti: una arrestata e l'altro indagato

  • Perde il controllo dell'auto e la Mercedes "vola" in spiaggia

  • Abbandonava cartoni e copertoni d'auto in via Gioeni, sorpreso e bloccato dal sindaco

  • L'omicidio di Alessandria, la vittima ha fatto il nome dell'assassino prima di morire

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento