RaffadaliNotizie

Enel distribuzione presenta “Open Meter” il nuovo contatore elettronico 

Sarà Raffadali, il primo comune della provincia di Agrigento che avrà l’opportunità di provare il nuovo contatore elettronico 2.0 che abilita nuove funzionalità e offre livelli di qualità del servizio più elevati

Conferenza stampa

È stato presentato stamani nella sala giunta del comune di Raffadali il nuovo contatore 2.0 “Open Meter” di Enel distribuzione, l’azienda che gestisce la rete elettrica in Italia e che nei prossimi mesi, con l’aiuto di altre aziende partner, dovrà sostituire circa 32milioni di contatori in tutto il territorio italiano.

A Raffadali saranno circa settemila i contatori che da martedì 6 marzo saranno sostituiti, e la Sielte, l’azienda che si è aggiudicata l’appalto, prevede di ultimare i lavori entro il mese di aprile. Ciascun utente riceverà un avviso, circa cinque giorni prima, di quando i tecnici della Sielte busseranno alla porta per sostituire il contatore.

Ad illustrare il piano di installazione e spiegare i benefici del nuovo contatore c’erano stamani: l’ingegnere Santino Pellitteri, responsabile dell’Unità territoriale della Sicilia “progetto fibra ottica e nuovi contatori”, il Program Manager di Enel distribuzione Giammassimo Tanto, il responsabile dell’Unità operativa di Enel distribuzione Fedele Lo Guasto con il capo squadra Alessio Mannino e infine il Project Manager di Sielte Francesco Cosentino.

Per il comune di Raffadali oltre al sindaco Silvio Cuffaro, erano presenti gli assessori della sua giunta, il dirigente dell’UTC Salvatore Impiduglia e il comandante della Polizia Locale Vincenzo Vella.

I benefici di Open Meter il nuovo contatore di Enel sono molteplici: innanzitutto ci sarà una maggiore disponibilità di dati, tramite un’App sarà possibile collegarsi al sito di Enel distribuzione e monitorare costantemente il proprio rilevatore, le cui curve di carico saranno aggiornate ogni 15 minuti e ci saranno svariate altre opportunità rese possibili dalle nuove tecnologie informatiche come per esempio la possibilità di abilitare i servizi innovativi di domotica, la cosiddetta smart home.

Ci sarà un aumento della consapevolezza sui consumi, la fatturazione sarà sui consumi reali e i vari gestori avranno l’opportunità di offrire tariffe più flessibili e offerte prepagate e anche dal punto di vista burocratico sarà molto più semplice, ad esempio, una voltura che potrà essere completata in un paio di ore.

Per tutelare la sicurezza dei cittadini è già stato predisposto un piano “ad hoc”, che prevede l’avviso al singolo utente, manifesti affissi nei quartieri interessati dalla sostituzione e inoltre il personale della Sielte sarà munito di badge identificativi e saranno facilmente riconoscibili.

Come dicevamo la sostituzione partirà da martedì 6 marzo e già da oggi i primi cittadini di Raffadali stanno ricevendo gli avvisi.

Il sindaco Silvio Cuffaro ha voluto ringraziare i dirigenti di Enel distribuzione per aver scelto proprio Raffadali come primo comune dove iniziare a installare i nuovi contatori che porteranno benefici anche in termini economici a tutti i cittadini.

Le operazioni di sostituzione, alle quali non ci si può opporre visto che la rete, compresi i terminali (contatori) è di proprietà dell’Enel, dovrebbero concludersi entro il mese di aprile.

 “Un privilegio e una fortuna per il nostro comune – ha commentato il sindaco Cuffaro – visto che saremo gli ultimi a montare i contatori idrici e i primi a montare i nuovi contatori elettronici”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento