RaffadaliNotizie

Pronta la nuova scenografia dell'architetto Laura Galvano per il “Fastuca Fest 2018”

Di giorno con la luce del sole che arriva filtrata a terra dalle foglie di pistacchio, creando una penombra dall’effetto surreale, mentre di sera le luci proiettano le foglie sulle case di via Nazionale dando origine a delle ombre fluttuanti

Via Nazionale

Leggero e leggiadro: si muovono con leggerezza le foglie del pistacchio sospinte dal soffio ponentino di Zefiro. Con il loro ondeggiare simulano una danza. Una danza quasi propiziatoria e portatrice di abbondanza.

È questo il tema dell'installazione per Fastuca Fest 2018 ideato e realizzato dall’architetto Laura Galvano che non finisce di stupire con le sue mirabolanti intuizioni.

Di giorno con la luce del sole che arriva filtrata a terra dalle foglie di pistacchio, creando una penombra dall’effetto surreale. Mentre di sera le luci proiettano le foglie sulle case di via Nazionale dando origine a delle ombre fluttuanti. Una coreografia che da sola merita una visita a Raffadali per la IV Festa del Pistacchio.

Ma oltre alla coreografia c’è molto altro di più che attende le migliaia di visitatori attese per la tre giorni della festa. “Stiamo lavorando giorno e notte – ci dice l’assessore alle attività produttive del comune di Raffadali, Giovanna Vinti – allo scopo di non lasciare nulla al caso, cercando anche di prevenire eventuali criticità che dovessero presentarsi.

Prima di dare il via alla festa e alle tantissime attività previste – ha aggiunto l’assessore Vinti – a nome del sindaco Silvio Cuffaro e di tutta l’amministrazione mi preme fare alcuni ringraziamenti.

Innanzitutto l’Associazione Pistacchio di Raffadali che da quasi un anno lavora a questa festa, poi l’associazione Talìa, tutti gli sponsor che hanno compartecipato alla realizzazione della Festa assieme alla regione Siciliana per il contributo che vorrà offrirci.

E poi ancora l’Accademia delle Belle Arti di Agrigento per la donazione dell’opera d’arte in ceramica del prof. Domenico Boscia che sarà inaugurata venerdì pomeriggio. E inoltre i dirigenti del comune, gli operai, i ragazzi del servizio civile e il personale della refezione scolastica, la scuola alberghiera Nicolò Gallo di Agrigento, le ditte di autolinee Cuffaro, Camilleri, Cacciatore e Russo per aver offerto gratuitamente il servizio navetta per i visitatori sia dalla stazione delle Ferrovie, sia dai vari parcheggi situati in periferia per chi giunge a Raffadali in auto, bus o camper.

Un grazie anche ai Carabinieri che per questi tre giorni vedranno l’organico rinforzato e alla Polizia Locale.

Per ultima – ha concluso l’assessore Vinti – non certo per importanza, un grazie  di cuore all’architetto Laura Galvano per le emozioni che riesce ogni anno a regalarci”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento