RaffadaliNotizie

Il comune di Raffadali stabilizza 35 precari: firmati già i contratti

Si tratta di 35 lavoratori così suddivisi: tredici operatori di categoria “A”, uno di categoria “B”, diciannove di categoria “C” e due di categoria “D”.

Firma del contratto

Giornata storica, quella vissuta ieri nella sala consiliare del comune di Raffadali, per trentacinque ex articolisti che, dopo decenni di precariato, hanno firmato il loro contratto di assunzione a tempo indeterminato.

Subito dopo la conclusione del consiglio comunale, culminata con l’approvazione all’unanimità (comprese le opposizioni) del bilancio consuntivo, è stato lo stesso sindaco Silvio Cuffaro che ha chiamato uno ad uno tutti i contrattisti, facendo firmare loro il contratto di assunzione.

Quello di Raffadali è tra i pochi (ventidue) comuni in Sicilia ad avere già approvato il bilancio preventivo da oltre un mese e tra i pochissimi quello consuntivo che ha consentito poi di dare seguito all’assunzione dei precari, cosa fatta da meno di dieci comuni in tutta l'isola.

“È sin dall'inizio della legislatura – ha dichiarato il sindaco Silvio Cuffaro – che con i dirigenti, gli uffici e la giunta, abbiamo lavorato in questa direzione, predisponendo tutto quello che andava programmato per raggiungere questo storico obiettivo che abbiamo sottoposto al consiglio comunale.

Abbiamo cercato e percorso tutte le strade burocratiche che conducevano in questa direzione. Ma abbiamo fatto semplicemente il nostro dovere di amministratori coscienziosi e per questo non vogliamo dei ringraziamenti o vogliamo prenderci dei meriti.

Men che meno deve farlo però chi si è limitato soltanto ad alzare la mano per due secondi, non facendo null'altro, e ora vuole prendersi meriti e cerca di mettere in campo dinamiche della vecchia politica, non avendo fatto altro, e lo ribadisco, che il proprio dovere di consigliere comunale.

Si tratta - ha aggiunto Cuffaro - di 35 famiglie che in questi anni hanno vissuto sempre nell’incertezza e nel timore di dover perdere tutto, e che ora invece possono guardare al futuro con fiducia e serenità.

L’ho già fatto personalmente – ha concluso il sindaco – ma voglio rinnovare a tutti questi lavoratori il mio compiacimento per questo traguardo che abbiamo raggiunto tutti assieme e voglio ringraziarli per tutto il lavoro che hanno espletato in questi anni (permettendo il buon funzionamento della macchina amministrativa), e per quello che continueranno a fare in futuro”.

Si tratta di 35 lavoratori così suddivisi: tredici operatori di categoria “A” a 24 ore; uno di categoria “B”, ausiliario al traffico sempre a 24 ore; diciannove di categoria “C” di cui 13 istruttori amministrativi e 2 istruttori tecnici a 24 ore, più 4 vigili urbani a 36 ore; infine due di categoria “D”: un funzionario tecnico e uno amministrativo.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • Incidente sulla statale 123, uomo perde controllo dell'auto: estratto dalle lamiere

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento