RaffadaliNotizie

Battersi per ottenere tariffe idriche proporzionate alla realtà economica locale

A proposito della polemica sui contatori idrici tra il partito democratico e l'amministrazione comunale, un cittadino raffadalese, Giovanni Di Noto, ha inviato un suo intervento in redazione che pubblichiamo integralmente

Giovanni Di Noto

Questo il contributo di Di Noto:

Abbiamo visto affissi sui muri cittadini manifesti di attacco all'Amministrazione in carica per il problema dei  contatori del servizio idrico. Si sa che la politica è ormai fatta di ripicche e propaganda, ma ogni tanto bisognerebbe dimenticare l'inutile demagogia e pensare al "Bene comune".

Stando ai fatti: che fosse impossibile mantenere il privilegio del sistema forfettario senza contatori per il servizio idrico, una volta passati alla gestione di Girgenti acque, era nell'ordine delle cose, perciò stupisce la sterile polemica che sa di semplice bega cittadina e di scontate critiche all'amministrazione.

Risalta invece il dato effettivo delle elevatissime tariffe di Girgenti Acque, soprattutto per le seconde case e le imprese commerciali. Tariffe che si collocano ai vertici del panorama nazionale, più alte di quelle della ricca Milano per intenderci.

Per questi motivi invece di sterili ed inutili polemiche, ci si dovrebbe battere tutti insieme per ottenere se non di restare al non più sostenibile sistema forfettario di cui abbiamo goduto, di passare quantomeno a tariffe accettabili e proporzionate alla situazione economica della provincia.

L'erogazione discontinua poi porterà sicuramente ad anomalie e consumi non corrispondenti alla realtà. E contro questi disservizi che bisogna battersi e non cavalcare la semplice fuorviante protesta demagogica.

Invitiamo ad azioni comuni e concordate tutte le forze politiche cittadine, affinchè di comune accordo ad altre realtà provinciali, si affronti la battaglia di eque tariffe per il bene della cittadinanza tutta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento