Raffadali Today

Carnevale 2017: bruciato stanotte il carro vincitore dei “Supereroi”

Nell'incendio è andato distrutto anche il rimorchio sul quale era posato il carro che, ricordiamolo, si era aggiudicato l'assegno di 1500 euro, spettante al carro vincitore

Il carro bruciato

Sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco di Agrigento per spegnere le fiamme del carro di carnevale andato a fuoco stanotte a Raffadali in contrada Sant’Anna, nei pressi della circonvallazione, nella zona vicina allo stadio.

I Vigili del Fuoco sono intervenuti dopo una segnalazione arrivata da alcuni abitanti della zona che avevano notato le fiamme levarsi altissime e ben alimentate dall’enorme quantità di carta che avvolgeva la struttura metallica del carro.

Nell’incendio è andato distrutto anche il rimorchio sul quale era posato il carro che, ricordiamolo, si era aggiudicato l’assegno di 1500 euro, spettante al carro vincitore.

Non si conoscono le cause dell’incendio, molto probabilmente però, è stato qualcuno ad appiccare il fuoco, come già avvenuto negli anni scorsi, in quanto è il modo più sbrigativo, ma non corretto, per disfarsi della tanta carta straccia usata per costruire i carri.   

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Concessioni edilizie e tangenti, intrecci tra massoneria e mafia: il racconto choc del pentito Tuzzolino

    • Cronaca

      A Londra durante l'attentato, l'agrigentino: "Tutti mi dicono di tornare, ma io resto"

    • Sciacca

      Ha paura del cane, sessantenne prende la pistola e gli spara

    • Cronaca

      VIDEO | I reperti dell'antico teatro trovano casa, Caliò: "Gli scavi? Riprenderanno presto"

    I più letti della settimana

    • Il Raffadali rifila un netto 4 a 0 alla Gattopardo giocando in dieci per un'ora

    • "Rosario Livatino il giudice santo", si presenta il libro del magistrato vittima della mafia

    • Cento studenti alla scoperta della storia e del patrimonio di Raffadali 

      Torna su
      AgrigentoNotizie è in caricamento