RaffadaliNotizie

Da Raffadali a Joppolo Giancaxio, in marcia per dire no a tutte le mafie

Definito già il programma della manifestazione che si svolgerá martedì 30 aprile:la marcia partirà attorno alle 9 da Raffadali e dopo circa un'ora arriverà a Joppolo dove è previsto il clou della manifestazione con diverse iniziative e vari interventi

Locandina

“In marcia per ricordare e per dire no alla mafia”: è la manifestazione organizzata per martedì 30 aprile, per il quinto anno consecutivo, dal comune di Joppolo Giancaxio con la collaborazione del comune di Raffadali.

Come sempre i protagonisti della manifestazione saranno ragazzi e giovanissimi delle scuole della provincia di Agrigento. Il raduno è previsto alle 8,30 in piazza Europa a Raffadali, dove ci sarà il saluto del sindaco Silvio Cuffaro.

Quindi si darà il via alla marcia in direzione Joppolo Giancaxio, dove l’arrivo è previsto attorno alle 10,30 in piazza Umberto, dove ci sarà il ricordo delle vittime innocenti di mafia e l’intervento del cantastorie Paolo Zarcone.

Dopo il saluto delle istituzioni (sindaco di Joppolo Giancaxio, Giuseppe Portella, Prefetto e Provveditore agli studi) è previsto l’intervento del presidente regionale dell’ordine dei giornalisti Giulio Francese.

Alle 13, dopo il pranzo a sacco l’avvio dei laboratori artistici e musicali a cura delle scuole partecipanti, presso l’anfiteatro del parco natura “Cento Passi – Pippo Fava”.

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento