RaffadaliNotizie

Concluso il II Memorial Antonella Ferro di go-kart

Alfonso Ferro, padre di Antonella, organizzatore della manifestazione, ha dichiarato: “Io non mi tiro mai indietro quando si tratta di ricordare mia figlia e ho già organizzato momenti culturali, quali estemporanee di pittura, proprio per far riecheggiare il nome di mia figlia

Memorial A. Ferro

Si è svolto stamani, a Raffadali, in piazza Mercato, il 2° Memorial Antonella Ferro, di gimkana a ostacoli di go-kart.

Il memorial è stato organizzato dalla famiglia Ferro e da tanti amici che ancora ricordano con grandissimo affetto Antonella, persona speciale che si occupava anche di volontariato presso l’ospedale San Giovanni di Dio.

Ragazza brillante, vivace artista che riusciva a lasciare una sua impronta nella memoria di tutte le persone che l’hanno conosciuta.

Amava la musica, suonava il sax e amava cantare e oggi tutta Raffadali l’ha ricordata con una manifestazione all’insegna dello sport. Il memorial, non agonistico, ha accolto sportivi da tutta la provincia che si sono esibiti in gimcane e in prove di abilità con i kart.

Alfonso Ferro, padre di Antonella, organizzatore della manifestazione, ha dichiarato: “Io non mi tiro mai indietro quando si tratta di ricordare mia figlia e ho già organizzato momenti culturali, quali estemporanee di pittura, proprio per far riecheggiare il nome di mia figlia.

Ho organizzato insieme a tanti altri amici la manifestazione di oggi solamente per ricordare mia figlia, sapendo che bisogna ricordare per non dimenticare, affinché le istituzioni possano prendere coscienza di determinate situazioni e accadimenti reali e prevenire in modo corretto.

Vorrei che la politica possa prendere coscienza e fare delle cose che servano a far sì che queste disgrazie non debbano più accadere.

Il presidente provinciale dell’AICS di Agrigento ha invece dichiarato: “Sono commosso sia dalla storia di Antonella Ferro, sia dalla grande forza della sua famiglia.

Oggi è stato, per volere della stessa famiglia, un giorno all’insegna dell’allegria e dello sport sano, ma allo stesso tempo invito tutti a riflettere su quanto accaduto ad Antonella e soprattutto rivolgo l’invito agli altri politici, affinché possano dedicare un attimo di riflessione sulla vicenda, proprio nella speranza che si dia un impulso maggiore sia alla prevenzione sia a qualsivoglia dispositivo legislativo atto a frenare in tempo certe situazioni, prima che le stesse possano diventare drammatiche.

Purtroppo le cose brutte non accadono solamente lontano da casa nostra ma anche nelle nostre città, alle persone che abbiamo accanto e allora dobbiamo comprendere che nessuno è immune.”

La manifestazione ha avuto il patrocinio di Moto Butticè, del comune di Raffadali e ovviamente della presidenza provinciale dell’AICS di Agrigento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

  • Il riscatto e la rinascita, Andrea Mendola: "Non vedevo futuro adesso tutto è cambiato"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento