RaffadaliNotizie

Installazione contatori idrici: "Fermate le operazioni e revocate lo stato di polizia"

A firmare l'appello Pd, Alleanza Civica e Giovani Popolari: intanto domani si terrà una riunione del comitato per l'acqua pubblica per organizzare una protesta

Monta la protesta e la polemica a Raffadali sul tema della gestione del servizio idrico. Domani, 3 novembre, cittadini del comitato per l'acqua pubblica hanno chiesto l'aula consiliare per una riunione sul tema dell'installazione dei contatori al fine di organizzare una manifestazione di protesta per chiedere la sospensione del servizio di "normalizzazione" delle utenze idriche per garantire, come chiesto dal Comune e anche dall'Ati, un sistema di pagamento forfettario nelle more che si installassero i contatori.

Se questo un fronte, con la Girgenti Acque comunque pronta a continuare nei prossimi giorni con a fianco le forze dell'ordine, a chiedere invece le dimissioni del sindaco Silvio Cuffaro è oggi il Pd raffadalese insieme a Alleanza Civica e Giovani Popolari, il quali accusano il primo cittadino di aver determinato nei cittadini "avveniristiche aspettative, con conseguenti illusioni che compromettono i risultati conseguiti dal Comitato per l’acqua pubblica e per la difesa dei diritti dei cittadini. Tale decisione - continuano dai partiti - da un lato contraddice il voto espresso in seno all’assemblea dell’Ati di affidare la gestione del servizio idrico ad una azienda consortile costituita dai Comuni dell’ambito (se i sindaci si riappropriano,o mantengono in proprio, la gestione delle reti, a che serve l’azienda consortile pubblica votata a maggioranza dall’ Ati e di fatto oggi ostacolata con l’ordinanza emessa dal sindaco Silvio Cuffaro?), dall’altro compromette i risultati perseguiti dal Comitato per l’acqua pubblica costituito in Raffadali, avente come fine il pagamento del canone idrico in misura forfettaria per tutti i cittadini sino al completamento della installazione dei contatori in tutto il Paese; finalità condivisa dalle forze politiche Pd - Alleanza Civica e Giovani Popolari, che hanno votato, in consiglio comunale aperto richiesto dal Comitato cittadino, un ordine del giorno in tal senso".

Cuffaro avrebbe posto in essere "una gestione del tema dell'acqua pubblica contraddittoria superficiale strumentale e dannosa che impone le dimissioni del sindaco" e per questo i partiti chiedono che i commissari agiscano "sospendendo ogni fatturazione a consumo sino alla completa installazione dei contatori nel territorio di Raffadali" e chiedono alla prefettura di "revocare quella sorta di stato di assedio dei quartieri dove si stanno installando i contatori, non sussistendo alcuna valida ragione per mantenerli, che danno di Raffadali una immagine distorta ed incrinano la fiducia dei cittadini nelle istituzioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento