RaffadaliNotizie

Famiglie indigenti, l'assessore Vinti: "Pronti a intervenire come abbiamo sempre fatto"

Vinti: "La crisi economica che stiamo vivendo ha toccato parecchie famiglie e anche gli enti pubblici, in ogni caso, compatibilmente con le somme a nostra disposizione faremo di tutto per aiutare questa e altre famiglie"

Giovanna Vinti

All’indomani dell’uscita della notizia secondo la quale una famiglia raffadalese vivrebbe nella più totale indigenza, tanto da non poter pagare le bollette dell’acqua, l’assessore ai servizi sociali del comune di Raffadali, Giovanna Vinti, è intervenuta sul caso in questione.

“Ci sembra stranissimo – afferma l’assessore Vinti - che la signora, prima di contattare la stampa, non abbia provato a chiedere aiuto ai nostri uffici comunali. Noi non abbiamo mai abbandonato nessuno e abbiamo sempre sostenuto le famiglie meno abbienti, garantendo loro i beni primari e di prima necessità, con progetti e con fondi comunali.

Invito pertanto la signora – ha aggiunto l’assessore Vinti – a contattare la segreteria del sindaco al numero: 0922475818 e chiedere un appuntamento ai nostri uffici, oppure il cellulare del sindaco, che si è già detto disponibile a sentire la signora, o quello mio.

In ogni caso sarà garantito l’anonimato e sicuramente risolveremo il problema di questa famiglia, così come abbiamo sempre fatto in altri casi in tutti questi anni”.     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Braccati dai carabinieri dopo la rapina alla banca Sant'Angelo: fermati 2 palermitani e un sabettese

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • Grande Fratello vip, l'empedoclina Clizia Incorvaia al centro del gossip

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento