RaffadaliNotizie

Cuffaro: "Il comune di Raffadali rimborsa per intero le spese di trasporto agli studenti pendolari

Si è verificato un problema tecnico-informatico – spiega l'esperto informatico del comune Mimmo D’Anna – c’è stato il mancato allineamento all’interno di una procedura nuova adottata da Unicredit, denominata tracciato TX8

archivio

In merito ai disguidi verificatisi in banca circa il mancato incasso delle somme anticipate dalle famiglie degli studenti pendolari per gli abbonamenti agli autobus di linea, il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro ha emanato una nota con la quale chiarisce questa e altre circostanze in materia. Questa la nota del sindaco Cuffaro:

“La materia del trasporto scolastico degli alunni pendolari nella Regione Sicilia, è disciplinata dalla L.R. 26/5/1973 n°24  e  s.m.i. 
Predetta legge, stabilisce che beneficiari del contributo per il trasporto interurbano, sono gli alunni della scuola media superiore che si recano presso altri comuni, per frequentare scuola pubbliche statali o paritarie, il cui indirizzo scolastico non è presente nel comune di residenza. 

La legge di cui innanzi, prevede che per avere diritto al beneficio di cui in parola, necessita obbligatoriamente una frequenza scolastica mensile di almeno 15 giorni.

Il Comune di Raffadali, è uno dei pochissimi Comuni nella provincia di Agrigento, che rimborsa per intero agli aventi diritto, il costo dell’abbonamento, stante che il servizio reso dai comuni dovrebbe essere finanziato ex lege e per intero, dalla Regione Siciliana.

Ma va detto che a causa dei tagli operati costantemente negli ultimi anni dalla Regione, la somma che proviene dai trasferimenti regionali per i Comuni con popolazione superiore ai 10.000 abitanti, ammonta all’incirca al 30% della somma effettivamente spesa dai Comuni per garantire il servizio.

Per l’anno 2018, tale trasferimento regionale effettuato con D.A. n°17 del 25/02/2019 è ammontato a complessivi € 47.239,05.

Nonostante ciò, il nostro Comune grazie alla formula del rimborso e ai risparmi che tale forma di gestione consente, nonchè alle oculate politiche di bilancio poste in essere, riesce, tra i Comuni con popolazione superiore a 10.000 abitanti, a rimborsare per intero le spese sostenute dalle famiglie per il trasporto degli alunni pendolari, mentre in alcuni Comuni dell’agrigentino, il rimborso ammonta all’incirca al 30% corrispondente ai trasferimenti che effettua la Regione Siciliana.

La spesa media mensile a quasi parità di popolazione scolastica, che con il sistema precedente di rilascio diretto di abbonamento a servizio di autolinea,  ammontava mensilmente  a circa € 39.000,00 passa con il nuovo sistema del rimborso a circa € 27.000,00, quindi con un notevole risparmio economico, per calo della richiesta del rimborso, dovuto probabilmente alla non assidua frequenza di alcuni alunni, ciò che evidenzia in maniera netta la bontà della scelta operata dalla nostra Amministrazione Comunale”.

Per quanto riguarda invece l’impossibilità momentanea che si è verificata di erogare le somme già messe in calendario dalla stessa amministrazione comunale, è l’esperto informatico del comune, Mimmo D’Anna, che chiarisce la vicenda:

“Si è verificato un problema tecnico-informatico – spiega D’Anna – c’è stato il mancato allineamento all’interno di una procedura nuova adottata da Unicredit, denominata tracciato TX8.

In pratica il codice fiscale di ogni avente diritto compariva in fase di partenza dal sistema informatico del comune, mentre per un mancato allineamento non compariva in fase di acquisizione da parte del sistema informatico (nuovo) di Unicredit.

Io stesso – aggiunge Mimmo D’Anna – sto lavorando assieme ai tecnici di Unicredit per risolvere il problema e siamo quasi alla conclusione della procedura. Nel giro di un paio di giorni il problema sarà definitivamente risolto e ne daremo notizia sul sito istituzionale del comune.

Voglio rassicurare tutti – conclude D’Anna - dicendo che i soldi erano e sono in banca, sono vincolati e disponibili, bisognerà soltanto pazientare un paio di giorni”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Perquisizioni sulla "Sea Watch 3" e comandante sotto torchio: "Rifarei tutto quello che ho fatto"

  • Cronaca

    Girgenti acque sempre più indebitata: l'Ati punta a incassare oltre 830mila euro

  • Cronaca

    "Il corpo era devastato, non c'è stato il tempo di salvarlo": racconto choc di un soccorritore

  • Cronaca

    "Non si fece corrompere dal vivaista con quaranta palme", assolto l'ex presidente D'Orsi

I più letti della settimana

  • Colta da un malore improvviso: muore dirigente scolastico di Palma di Montechiaro

  • Incidente sul lavoro a Palma di Montechiaro, colpito dalla benna di una ruspa: muore operaio di 57 anni

  • Piero Barone canta a Tokyo, "Il Volo" top nella classifiche in Giappone

  • Parroco di Lampedusa "sfida" via Twitter Salvini: "Ti affido alla Madonna di Porto Salvo"

  • La patente NCC: cos'è e come si ottiene

  • L'incidente mortale sul lavoro a Palma di Montechiaro, aperta un'inchiesta

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento