RaffadaliNotizie

Coccarde bianche in via Nazionale per ricordare la giornata contro la violenza sulle donne

Il fenomeno della violenza, nonostante le continue campagne di sensibilizzazione, non è affatto diminuito, anzi tutt’altro, ogni tipo di violenza: domestica, fisica, morale, sessuale, psicologica ecc, viene quotidianamente perpetrata contro le donne

Via Nazionale

Riuscita e apprezzata l’idea dell’assessore comunale Giovanna Vinti, unica rappresentante del gentil sesso in giunta, di collocare una coccarda bianca su ogni lampione di via Nazionale, per porre l’accento in maniera inusuale su un tema di diuturna attualità come quello della violenza sulle donne.

“Ogni anno afferma l’assessore Vinti – abbiamo fatto affiggere manifesti con slogan e immagini per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica su una problematica di così grande rilievo.

Anche quest’anno lo abbiamo fatto sperando di riuscire a far giungere il messaggio a più persone possibile, sia uomini, sia naturalmente donne. Ho voluto lanciare l’iniziativa delle coccarde bianche per suscitare la curiosità e l’interesse di chi magari non è così attento nel leggere i manifesti.

E lo scopo è stato raggiunto visto che stamani in tanti si chiedevano il perché di quelle coccarde e da lì è probabilmente nata qualche discussione o riflessione.

Il fenomeno della violenza, nonostante le continue campagne di sensibilizzazione, non è affatto diminuito, anzi tutt’altro. Ogni tipo di violenza: domestica, fisica, morale, sessuale, psicologica ecc, viene quotidianamente perpetrata contro le donne e ogni due giorni in Italia una donna viene uccisa dal marito, compagno o fidanzato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Voglio ricordare a tutte le donne che uscire da questa schiavitù è possibile, esistono i centri antiviolenza ed è possibile denunciare il proprio vessatore. Questa giornata – ha concluso la Vinti - con la mia iniziativa vuole essere un’esortazione per tutte le donne che subiscono violenze a trovare il coraggio di denunciare e di tornare a vivere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Bonus vacanze, servirà una "identità digitale" ... e in tanti devono ancora richiederla

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Lascia i migranti davanti la spiaggia e riprende il largo: bloccato "taxi del mare" e arrestato scafista

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento